Consigli per una cucina sana

Ho finito di leggere da poco il libro di Umberto Veronesi “La dieta del digiuno”. Non riesco ancora ad esprimere un giudizio ma confesso di essere abbastanza combattuta. Riconoscendo senza alcun tipo di dubbio la grandezza del suo personaggio e la sua importanza per gli studi sulla cura del cancro, ritengo questo libro assai pericoloso per le persone che vivono con dei disturbi alimentari.

Non ritengo infatti il caso che un luminare del suo calibro si faccia portatore della teoria che per stare in salute si debba mangiare poco e, addirittura, stare un intero giorno a digiuno.

Tra l’altro mi ha lasciato dentro quella sensazione di aver letto un libro che ripete le stesse cose almeno 3 volte per fare “pagine”.  Ed infine, da carnivora, non riuscirei mai a seguire tutte le sue indicazioni, pur sapendo che eccedere nel mangiare la carne, soprattutto se rossa, non è affatto salutare.

Premesso questo, ritengo che comunque ci siano ovviamente degli ottimi spunti e delle ottime considerazioni su quelle che possano essere le indicazioni per mangiare in modo sano e, soprattutto, sono totalmente d’accordo sull’importanza che da all’utilizzo di frutta e verdura nella dieta quotidiana.

La prima cosa che afferma è che per mangiare sano sia fondamentale variare tipo di cibi per consentire l’apporto di tutti i nutrimenti necessari ad una vita sana.

Secondo Veronesi un menù salutare si deve basare su queste caratteristiche (riporto fedelmente dal libro):

  • scarso in quantità
  • intervallato da un giorno di digiuno alla settimana
  • senza carne
  • con pochissimi grassi animali, zuccheri semplici e sale
  • ricco di cereali integrali, frutta fresca, frutta secca, verdure cotte e crude, legumi, pesce e olio extra vergine di oliva.

Ecco.. letta così a mio parere è un po’ triste.. ma ancor più triste è la tabella delle porzioni quotidiane adeguate agli alimenti consigliati ed utilizzati. In pratica se volete mangiare determinati cibi, li potete mangiare in queste quantità durante il pasto:

  • pane integrale 50gr.
  • pasta, riso  (ovviamente integrali) e cereali in chicco (orzo, farro, etc.) 80 gr.
  • pasta fresca 80 gr.
  • patate 200 gr.
  • insalata 50 gr.
  • ortaggi 250 gr.
  • frutta 150 gr.
  • legumi secchi 30 gr.
  • legumi freschi 80 – 120 gr.
  • pesce 100 gr.
  • uova 60 gr. (1 uovo)
  • formaggio 100 gr.

Un po’ poco per chi come me è un’amante della cucina!

Sul libro sono riportate anche alcune ricette. Una l’ho già provata, modificandola e la pubblicherò a breve!

Nei prossimi giorni continuerò a scrivere altre indicazioni, ma comunque suggerisco di comprare e leggere il libro.. mi piacerebbe poi conoscere il vostro parere!

Speak Your Mind

*